Acidosi lattica associata a Stavudina, un antivirale


Sono stati segnalati rari casi di insorgenza di debolezza neuromuscolare con caratteristiche cliniche simili alla sindrome di Guillan-Barre nei pazienti con infezione da HIV che assumevano Stavudina ( Zerit ) assieme ad altri antivirali. L’aumento del lattato sierico può essere associato ad un ampio spettro di manifestazioni cliniche, tra cui anche la sindrome di acidosi lattica. I sintomi ed i segni precoci degli alti livelli di lattato comprendono: stanchezza generalizzata, nausea, vomito, dolore addominale, perdita di peso, tachipnea, dispnea, debolezza motoria. I pazienti che presentano questi sintomi dovrebbero prontamente interrompere la terapia. La Stavudina non dovrebbe più essere somministrata nei pazienti con confermata sindrome da acidosi lattica. I sintomi associati all’iperlattatemia possono continuare a peggiorare anche dopo aver interrotto la terapia antiretrovirale. Il monitoraggio dei livelli di lattato non permettono di predire una successiva insorgenza di acidosi lattica. ( Xagena2002 )

Fonte: FDA, 2002



Altri articoli