Confronto tra Gemcitabina più Cetuximab versus Gemcitabina in pazienti con adenocarcinoma pancreatico in stadio avanzato


Il carcinoma del pancreas in stadio avanzato è una malattia poco responsiva alle terapie convenzionali e dati preclinici e clinici di fase iniziale sono a sostegno dell'utilizzo di terapie che hanno come bersaglio la via di comunicazione del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) in pazienti con carcinoma pancreatico.

Uno studio ha valutato il contributo di un farmaco diretto contro EGFR alla terapia standard con Gemcitabina ( Gemzar ), utilizzando Cetuximab ( Erbitux ), un anticorpo monoclonale contro il dominio di legame con il ligando presente sul recettore.

Hanno preso parte allo studio pazienti con adenocarcinoma pancreatico localmente avanzato o metastatico che sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Gemcitabina da sola o Gemcitabina più Cetuximab.

L'end point primario era la sopravvivenza generale, mentre quelli secondari includevano sopravvivenza libera da progressione, tempo al fallimento del trattamento, risposta obiettiva e tossicità.

Sono stati identificati 745 pazienti idonei all'arruolamento.

Non sono state osservate differenze significative tra i due rami dello studio per quanto riguarda il tempo mediano di sopravvivenza ( 6.3 mesi per il ramo Gemcitabina più Cetuximab versus 5.9 mesi per il ramo Gemcitabina da sola; hazard ratio, HR=1.06; P=0.23 ).

Le risposte obiettive e la sopravvivenza libera da progressione sono risultate simili tra i due rami dello studio e nonostante il tempo al fallimento del trattamento sia risultato più lungo in pazienti trattati con Gemcitabina più Cetuximab ( P=0.006 ), la differenza nella lunghezza del trattamento è risultata più lunga di sole 2 settimane nel braccio terapia di combinazione.

Tra i pazienti nei quali è stata misurata l'espressione tumorale di EGFR, il 90% è risultato positivo, ma questo sottogruppo di pazienti non ha tratto alcun beneficio dal trattamento.

In conclusione, nei pazienti con carcinoma pancreatico in fase avanzata, l'anticorpo monoclonale anti-EGFR Cetuximab non ha migliorato l'esito rispetto alla terapia basata solo su Gemcitabina, e di conseguenza dovrebbero essere presi in considerazioni altri bersagli, diversi da EGFR, per lo sviluppo di nuovi farmaci contro questo tipo di tumore. ( Xagena2010 )

Philip PA et al, J Clin Oncol 2010; 28: 3605-3610


Farma2010 Onco2010 Gastro2010

Altri articoli