L'Aspirina a basso dosaggio sopprime le recidive di polipi intestinali nei pazienti con poliposi adenomatosa familiare


L'Acido Acetilsalicilico ( Aspirina; ASA ) a basso dosaggio è in grado di sopprimere la recidiva di polipi del colon-retto nei pazienti con poliposi adenomatosa familiare ( FAP ).

Il trattamento standard per la poliposi adenomatosa familiare è la colectomia totale. Tuttavia, dopo la colectomia totale, la qualità di vita del paziente è spesso notevolmente ridotta.

Gli agenti chemiopreventivi non sono completamente raccomandati; l'evidenza a loro vantaggio è insufficiente per la poliposi adenomatosa familiare.
Pertanto, sono necessari approcci non-chirurgici per il trattamento della poliposi adenomatosa familiare che possono ridurre il numero e le dimensioni degli adenomi o prevenire lo sviluppo del cancro del colon-retto senza gravi effetti collaterali.

In uno studio multicentrico in doppio cieco, controllato con placebo, i ricercatori hanno analizzato 104 pazienti ( età compresa tra 16 e 70 anni ) con poliposi adenomatosa familiare per gli effetti dell'Aspirina a basso dosaggio ( 100 mg ) e della Mesalazina ( 2 g ) sulla recidiva dei polipi del colon-retto.
I pazienti eleggibili non avevano una storia di colectomia e sono stati sottoposti a rimozione dei polipi colorettali per via endoscopica.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Aspirina più Mesalazina, Aspirina più Mesalazina-placebo, Aspirina-placebo più Mesalazina o Aspirina-placebo più Mesalazina-placebo.

L'endpoint primario era l'incidenza di polipi colorettali di almeno 5 mm; il trattamento è continuato fino a 1 settimana prima di una colonscopia a 8 mesi.

I risultati dello studio hanno prodotto polipi colorettali di almeno 5 mm nel 50% dei pazienti che non hanno ricevuto Aspirina, nel 30% dei pazienti che hanno ricevuto Aspirina, nel 42% dei pazienti che non hanno ricevuto Mesalazina e nel 38% dei pazienti che hanno ricevuto Mesalazina.

Le probabilità aggiustate di recidiva di polipi sono state pari a 0.37 ( IC 95%, 0.16-0.86 ) nei pazienti che hanno ricevuto Aspirina rispetto a 0.87 ( IC 95%, 0.38-2 ) nei pazienti che hanno ricevuto Mesalazina.

Gli eventi avversi più comuni erano sintomi gastrointestinali del tratto superiore di basso grado.

L'Aspirina a basso dosaggio ha ridotto in modo sicuro la prevalenza di polipi colorettali di almeno 5 mm a 8 mesi nei pazienti con poliposi adenomatosa familiare.
L'Aspirina a basso dosaggio potrebbe quindi essere un utile farmaco per la prevenzione del cancro del colon-retto nei pazienti con poliposi adenomatosa familiare. ( Xagena2021 )

Fonte: The Lancet, 2021

Gastro2021 Onco2021 Farma2021

Altri articoli