Le caratteristiche psicopatologiche sono relativamente stabili dall’adolescenza sino all’età adulta


Ricercatori della Florida State University, a Tallahassee, negli Stati Uniti, hanno esaminato la validità predittiva delle caratteristiche di psicopatologia adolescenziale durante la transizione verso l’età adulta.

Sono stati reclutati 475 soggetti di sesso maschile arruolati nel Minnesota Twin and Family Study, che hanno completato una misurazione delle caratteristiche psicopatologiche mediante due sottoscale separate di distaccamento emotivo ( o affettivo ) e tendenze antisociali ( o comportamentali ).

Queste caratteristiche psicopatologiche ed i divesi sintomi esternalizzati ( problemi di condotta, impulsività, disturbo di abuso di sostanze ) sono stati valutati nei soggetti di 16-18 di età e dopo 6 anni.

In accordo con le previsioni, le caratteristiche psicopatologiche degli adolescenti hanno mostrato una moderata strabilità durante la transizione dall’adolescenza all’età adulta.

La sottoscala che misurava le tendenze antisociali è risultata correlata alla maggior esternalizzazione dei sintomi sia nell’adolescenza che nell’età adulta, mentre la sottoscala che misurava il distaccamento emotivo ha mostrato un’adeguata validità discriminante nell’assenza di associazione con l’esternalizzazione dei sintomi.

Queste scoperte suggeriscono che le caratteristiche psicopatologiche sono relativamente stabili dall’adolescenza sino all’età adulta, e forniscono una possibile comprensione dello sviluppo e del mantenimento della difficoltà di esternalizzazione durante il passaggio all’età adulta. ( Xagena2007 )

Loney BR et al, Aggress Behav 2007; 33: 242-252

Psyche2007


Altri articoli