Relugolix orale per terapia di deprivazione di androgeni nel tumore alla prostata avanzato


Gli agonisti dell'ormone rilasciante l'ormone luteinizzante ( GnRH ) iniettabili come Leuprolide sono gli agenti standard per raggiungere la deprivazione di androgeni per il tumore alla prostata nonostante l'iniziale aumento del testosterone e il ritardo nell'effetto terapeutico.
L'efficacia e la sicurezza di Relugolix ( Relumina ), un antagonista dell'ormone rilasciante la gonadotropina, rispetto a quelle di Leuprolide non sono note.

In uno studio di fase 3, sono stati assegnati casualmente pazienti con tumore prostatico avanzato a ricevere Relugolix 120 mg per via orale una volta al giorno o Leuprolide in iniezioni ogni 3 mesi per 48 settimane.

L'endpoint primario era la soppressione prolungata del testosterone ai livelli di castrazione ( inferiore a 50 ng per decilitro ) a 48 settimane.
Gli endpoint secondari includevano la non-inferiorità rispetto all'endpoint primario, livelli di testosterone di castrazione al giorno 4 e livelli di castrazione profonda ( inferiore a 20 ng per decilitro ) al giorno 15.
Il recupero del testosterone è stato valutato in un sottogruppo di pazienti.

In totale 622 pazienti hanno ricevuto Relugolix e 308 hanno ricevuto Leuprolide. Degli uomini che hanno ricevuto Relugolix, il 96.7% ha mantenuto la castrazione per 48 settimane, rispetto all'88.8% degli uomini trattati con Leuprolide.
La differenza di 7.9 punti percentuali ha mostrato la non-inferiorità e la superiorità di Relugolix ( P minore di 0.001 per la superiorità ).

Tutti gli altri endpoint secondari chiave hanno mostrato la superiorità di Relugolix rispetto a Leuprolide ( P minore di 0.001 ).

La percentuale di pazienti con livelli di testosterone di castrazione al giorno 4 è stata del 56.0% con Relugolix e dello 0% con Leuprolide.

Nel sottogruppo di 184 pazienti seguiti per il recupero del testosterone, i livelli medi di testosterone 90 giorni dopo l'interruzione del trattamento sono stati 288.4 ng per decilitro nel gruppo Relugolix e 58.6 ng per decilitro nel gruppo Leuprolide.

Tra tutti i pazienti, l'incidenza di eventi cardiovascolari avversi maggiori è stata del 2.9% nel gruppo Relugolix e del 6.2% nel gruppo Leuprolide ( hazard ratio, HR=0.46 ).

In questo studio che ha coinvolto uomini con carcinoma alla prostata in fase avanzata, Relugolix ha ottenuto una soppressione rapida e sostenuta dei livelli di testosterone superiore a quella ottenuta con Leuprolide, con un rischio inferiore del 54% di eventi cardiovascolari avversi maggiori. ( Xagena2020 )

Shore ND et al, N Engl J Med 2020; 382: 2187-2196

Uro2020 Onco2020 Farma2020

Altri articoli