L’impiego degli antidepressivi SSRI durante la gravidanza associato a sindrome da astinenza nei neonati


Quasi un terzo dei 60 neonati le cui madri hanno assunto antidepressivi durante la gravidanza hanno sperimentato la sindrome da astinenza neonatale, caratterizzata da pianto, tremori e sonno disturbato.

Lo stress prodotto dalla gravidanza può peggiorare lo stato depressivo ed aumentare il ricorso ai farmaci.

Gli inibitori della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) sono farmaci antidepressivi in grado di attraversare la placenta.

Richard Levinson-Castiel del Children’s Medical Center of Israel e colleghi hanno esaminato 12 bambini nati nel periodo 2002-2004.

Sessanta madri avevano assunto un farmaco SSRI per un tempo prolungato e anche durante il terzo trimestre di gravidanza.

Nei 60 neonati esposti all’antidepressivo SSRI, il 30% ( n = 18 ) ha presentato la sindrome da astinenza neonatale.
I sintomi più comuni della sindrome sono stati: tremore, problemi gastrointestinali, aumento anomalo del tono muscolare, disturbo del sonno e pianto.

Nessun caso di sindrome da astinenza neonatale è stata osservata nel gruppo controllo che non era stato esposto ai farmaci SSRI.

Gli Autori hanno iniziato a monitorare strettamente i neonati di madri che hanno assunto farmaci SSRI per un minimo di 48 ore. ( Xagena2006 )

Fonte: Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, 2006


Gyne2006 Psyche2006 Farma2006

Altri articoli