Una marcata regressione dell’ateroma coronarico può produrre un allargamento del lume vasale


Nuovi dati riguardanti lo studio ASTEROID hanno mostrato che la marcata regressione dell’ateroma coronarico è associata ad un allargamento del lume vasale.

I dati preliminari dello studio ASTEROID ( A Study To Evaluate the Effect of Rosuvastatin On intravascular Ultrasound-Derived Coronary Atheroma Burden ) avevano indicato che la riduzione del colesterolo LDL e l’aumento del colesterolo HDL, dopo impiego di Rosuvastatina ( Crestor ), erano associati a regressione dell’aterosclerosi coronarica.

Lo studio ASTEROID è uno studio in aperto che ha valutato, mediante l’ultrasonografia intravascolare, il volume dell’ateroma in 349 soggetti con malattia coronarica, trattati con Rosuvastatina 40mg per 2 anni.

I Ricercatori della Cleveland Clinic hanno osservato che:

- - il volume percentuale dell’ateroma si è ridotto dello 0.8% ed il volume totale dell’ateroma è diminuito del 6.8%;

- - le riduzioni del volume dell’ateroma sono associate a riduzioni nel volume del lume del 3.1% e della membrana elastica esterna del 4.7%;

- - la regressione dell’ateroma è associata ad una riduzione del 3.9% della membrana elastica esterna e a nessun cambiamento del volume del lume;

- - la marcata regressione dell’ateroma è associata ad una riduzione del 3.2% della membrana elastica esterna e a un aumento del lume del 3.5%;

- - la progressione della placca è associata ad una riduzione del 5.8% della membrana elastica esterna e a una riduzione del 9.1% del lume.

Fonte: American Heart Association ( AHA ) – Scientific Sessions, 2006

Xagena2006


Cardio2007 Farma2007

Altri articoli