Ciprofloxacina liposomiale per inalazione nei pazienti con bronchiectasia non da fibrosi cistica e infezione polmonare cronica da Pseudomonas aeruginosa: studi ORBIT-3 e ORBIT-4


Nei pazienti con bronchiectasia non dovuta a fibrosi cistica, l'infezione polmonare da Pseudomonas aeruginosa è associata a frequenti esacerbazioni polmonari e ricovero in ospedale per il trattamento, ridotta qualità di vita e aumento della mortalità.
Sebbene gli antibiotici per via inalatoria siano condizionalmente raccomandati per la gestione a lungo termine della bronchiectasia non-correlata a fibrosi cistica con esacerbazioni frequenti, non esiste una terapia approvata.
Sono state studiate la sicurezza e l'efficacia della Ciprofloxacina liposomiale inalata ( ARD-3150 ) in due studi di fase 3.

ORBIT-3 e ORBIT-4 erano studi di fase 3, internazionali, randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo, eseguiti contemporaneamente in regioni geografiche simili.
I pazienti eleggibili avevano bronchiectasia non da fibrosi cistica, avevano avuto almeno due esacerbazioni polmonari trattate con antibiotici nei precedenti 12 mesi e avevano una storia di infezione polmonare da Pseudomonas aeruginosa cronica.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere ARD-3150 oppure placebo. ARD-3150 ( 3 ml di Ciprofloxacina incapsulata in liposoma 135 mg, e 3 ml di Ciprofloxacina libera 54 mg ) o 6 ml di placebo ( 3 ml di liposomi diluiti vuoti miscelati con 3 ml di soluzione salina ) è stata auto-somministrata una volta al giorno per 6 cicli di trattamento di 56 giorni, per 48 settimane.

L'endpoint primario era il tempo alla prima esacerbazione polmonare dalla data della randomizzazione alla settimana 48.
Sono state fatte analisi primarie e secondarie di efficacia, sicurezza e microbiologia sulla popolazione di analisi completa, che comprendeva tutti i pazienti randomizzati che hanno ricevuto almeno una dose di farmaco in studio.

Tra il 2014 e il 2015, sono stati esaminati 514 pazienti in ORBIT-3 e 533 pazienti in ORBIT-4.
Le popolazioni complete di analisi erano costituite da 278 pazienti in ORBIT-3 ( 183 pazienti hanno ricevuto almeno una dose di ARD-3150 e 95 placebo ) e 304 pazienti in ORBIT-4 ( 206 pazienti hanno ricevuto almeno una dose di ARD-3150 e 98 placebo ).

In ORBIT-4, il tempo mediano alla prima riacutizzazione polmonare è stato di 230 giorni nel gruppo ARD-3150 rispetto a 158 giorni nel gruppo placebo, una differenza statisticamente significativa di 72 giorni ( hazard ratio, HR=0.72, P=0.032 ).

In ORBIT-3, il tempo mediano alla prima riacutizzazione polmonare è stato di 214 giorni nel gruppo ARD-3150 e 136 giorni nel gruppo placebo, una differenza non statisticamente significativa di 78 giorni ( HR=0.99, P=0.97 ).

In una analisi congiunta dei dati di ORBIT-3 e ORBIT-4, il tempo mediano alla prima riacutizzazione polmonare è stato di 222 giorni nel gruppo ARD-3150 e 157 giorni nel gruppo placebo, una differenza non statisticamente significativa di 65 giorni ( HR=0.82, P=0.074 ).

Il numero di eventi avversi e di eventi avversi gravi è stato simile in entrambi i gruppi in ORBIT-3 e ORBIT-4.

Nei pazienti con bronchiectasia non dovuta a fibrosi cistica e infezione polmonare cronica da Pseudomonas aeruginosa che avevano richiesto terapia antibiotica nell'anno precedente, ARD-3150 ha comportato un tempo mediano alla prima riacutizzazione polmonare significativamente più lungo rispetto al placebo in ORBIT-4, ma non in ORBIT-3 o nell'analisi raggruppata.
L'incoerenza tra gli studi suggerisce che sono necessarie ulteriori ricerche sull'eterogeneità della bronchiectasia non da fibrosi cistica e sulle misure di esito ottimali per gli antibiotici inalati. ( Xagena2019 )

Haworth CS et al, Lancet Respiratory Medicine 2019; 7: 213-226

Pneumo2019 Inf2019 Farma2019

Altri articoli